Marios Panteliadis Discografia

 

Novembre 2019

Uscita del doppio CD con i Quelques Riens pour Album di Rossini, parte della collezione dei "Peccati di vecchiaia" (Péchés de vieillesse). La registrazione è stata fatta nel 2018 alla Athens Concert Hall, mentre gli ultimi 4 brani ("Highlights") del 2° CD sono stati eseguiti al Pleyel del 1844 di proprietà dello stesso compositore, live al Museo Internazionale della Musica di Bologna in un recital del 2018 per commemorare i 150 anni dalla morte di Rossini. Questi brani fanno parte di una vasta produzione di opere del compositore scritte negli ultimi anni della sua vita, il dodicesimo volume dei "Peccati" (per un totale di oltre 150 opere per pianoforte, musica da camera, canzoni, coro, ecc.) e che sono state pubblicate dopo la sua morte.

Da Vinci classics:

Interpretare, perché di questo si tratta, l’opera pianistica rossiniana, dandole corpo e vigore è sempre stata impressa ardua per qualsiasi pianista. Come erano chiamati dall’autore stesso peccati di vecchiaia, ed in particolare il ciclo “Quelques riens pour album” sono da una parte un diario intimo e spesso divertito del geniale operista, ma al contempo diventano summa di idee compositive, appunti, a volte quasi movimenti di sonata, cui l’autore affidava composizioni e appunti di modernità e avanguardismo unico, andando spesso a costituire una sfida tecnica per l’interprete che si trovava dinanzi lavori tanto originali nella forma quanto dirompenti nella loro visionarietà. Il pianista greco Marios Panteliadis ce ne propone un’idea perfettamente collocata nella temperie romantica, suggerendo all’ascoltatore tanto la modernità di queste pagine, quanto la dignità di poter stare al fianco di capolavori riconosciuti del pianismo di primo Ottocento. Registrato interamente presso il magnifico Megaron Concert Hall di Atene, Panteliadis propone, a suggellare il profondo rapporto tra compositore ed interprete, anche quattro composizioni sul pianoforte appartenuto allo stesso Rossini, fornendo un interessante parallelismo tra il mondo sonoro contemporaneo e quello di ieri.

ACQUISTA ALBUM